Londra per principianti (parte 2) – Tutto in 48 ore: cibo, chilometri e musical

Avete due giorni da passare a Londra e vi state chiedendo
“Come posso organizzare al meglio le mie 48 ore?”
Possono esserci miliardi di risposte giuste a questa domanda. Miliardi di universi paralleli in cui ognuno di noi, in base ai propri gusti ed esigenze, sceglie una strada diversa.
Sicuramente chi arriva nella metropoli per la prima volta non può far altro che sgranare gli occhi e cominciare a riempirli di meraviglia.
E ecco dunque la mia versione di ciò che potrebbe essere la perfetta “London for dummies” (in tre sezioni : cibo, chilometri e musicals)
CIBO 
Qualcosa di Cheap:  BOROUGH MARKET
Antico mercato coperto nella zona a sud del Tamigi. Ci si arriva attraversando il Millennium Bridge e passando davanti allo Shakespeare’s Globe oppure con la metro Jubilee o Northern Stazione London Bridge.
Qui si possono assaggiare tutte le cucine del mondo (comprese le famose ostriche di Richard Haward): io ho provato il vietnamita “Duck Roll – una piadina arrotolata con anatra e salsa agrodolce”, i Dumplings cinesi alla piastra ed i Falafel egiziani con le verdure.
Qualcosa di speciale: ENEKO RESTAURANT
Rinomato ristorante basco di recente apertura, ospita lo Chef Eneko Atxa, il quale propone la sua tradizionale ma innovativa cucina basca nel cuore di Covent Garden. Vi consiglio di assaggiare il Traditional Talo (una sorta di frisella con una speciale selezione di pomodori ed emulsione al basilico), La Tartare di Rapa Rossa con soufflé di patate, cipolle caramellate e salsa barbecue, ed i i Txipirones en su Tinta, un’incredibile zuppa al nero di seppia. Io ho accompagnato il pranzo con un bianco della Castilla e Leon “Rolland Galarreta Rueda”.
Qualcosa di British: ONE ALDWICH LOBBY BAR
Per una meravigliosa esperienza “British” si può prenotare un “Afternoon Tea” all’Hotel 5 stelle One Aldwich. Al numero 1 di Aldwich, il One è uno dei migliori “Leading Hotels of the world” e nel suo “Tea” offre una vasta selezione di specialità salate (ossia la rivisitazione dei grandi classici, dal tramezzino al salmone e cetriolo, al sandwich al prosciutto affumicato, alla Wellington Cake, alla Quiche al porro) accompagnate da un calice di Champagne Maison; per poi passare ad una ancora più vasta offerta di tradizionali dolcezze (come gli Scones con Clotted Cream -dei quali scriverò tra qualche giorno- , la Lemon Meringue Pie, la Victoria Sponge Cake, il Chocolate Golden Egg, i mini Milk-shakes e persino lo Zucchero Filato). Ovviamente non può mancare il Tea: io ho assaggiato una speciale miscela al mango e successivamente una alla Menta (altamente consigliata per concludere il lauto banchetto!).
Qualcosa di esotico (ma non troppo): PEARL LIANG
Ristorante cinese molto popolare a Sheldon Square nel centro del quartiere di Paddington. Non chic, non cheap, ma che offre cibo di buona qualità e la possibilità di ordinare l’anatra alla pechinese anche se si è soli.
Qualcosa di costoso (ma non troppo): BURGER & LOBSTER
Pub new age nella zona di Green Park. Serve ottime Ales ed una interessante combinazione di piatti a base di hamburger ed aragoste. La loro specialità assoluta è il Lobster Roll: un soffice panino allungato con aragosta e salsa ajoli (ne fanno anche una versione piccante, che però mi dicono essere davvero HOT).
CHILOMETRI
Passeggiata di 20 km da Westminster Abbey a Leicester Square.
Si passa per: Big Ben, House of Parliament, Victoria Gardens, Latham Bridge, South Bank, Shakespeare’s Globe, Borough Market, The George’s Inn Pub, Millennium Bridge, St. Paul Cathedral, Trafalgar Square, National Gallery*,Charing Cross Road, Covent Garden, Leicester Square.
Passeggiata di 10 km da Bayswater a Little Venice.
Ci si perde nei quartieri di Bayswater, Notting Hill, Portobello Road, Paddintgon e Little Venice.
Passeggiata di 5 km da Kensington Palace ad Hyde Park Corner
Due passi nel verde cittadino ammirando i Kensington Gardens, la fontana dedicata a Lady Diana ed il Serpentine.
Passeggiatina dal Millennium Bridge al Tower Bridge
Da fare all’ora del tramonto, per arrivare alla Torre di Londra quando il sole scende sul Tamigi. E’ magica.
MUSICALS
An American in Paris – Dominion Theatre – Tottenham Court Road
Un americano a Parigi è semplicemente delizioso. La bravura del regista e coreografo Wheeldon sta nella capacità di immaginare scenografie in continuo movimento con schizzi al carboncino che trasformano costantemente le ambientazioni della città di Parigi, dalla leggerezza di Chagall alla geometria cubista; la sua bravura sta anche nell’essere in grado di dirigere un cast stellare di ballerini, attori e cantanti, ed un’orchestra che suona dal vivo tutte le straordinarie canzoni di George Gershwin. Di gran lunga lo spettacolo migliore che io abbia mai visto.
Kinky Boots – Adelphi Theatre – Charing Cross
Dopo Full Monty e Made in Dagenham, l’Inghilterra ci propone un nuovo strepitoso musical: la storia vera di Charlie Price di Northampton, il quale si ritrova a dover salvare dalla rovina la fabbrica di scarpe ereditata dal padre defunto. Riesce a farlo con l’aiuto della Drag Queen Lola (in verità Simon di Clacton) che disegna per lui una sexy e scintillante collezione di stivali per travestiti, portando chiaro il messaggio di accettazione di se stessi e degli altri: uomini, donne e … coloro che non hanno ancora deciso.
The mouse trap – St. Martin’s Theatre – Covent Garden
Il famoso romanzo di Agatha Christie festeggia i 60 anni dal suo debutto nel West End. E anche se Wikipedia ci ha svelato il finale già anni fa, rimane una straordinaria complicità tra gli attori ed il pubblico… nessuno esce dal teatro rivelando il nome dell’assassino, nemmeno io ovviamente.
Trappola per topi non è un musical glitterato e sfavillante (e probabilmente non farebbe nessuna fortuna a Broadway) ma qui a Londra sfrutta il successo della più grande scrittrice di gialli di tutti i tempi e rappresenta una pietra miliare del teatro inglese.

2 pensieri su “Londra per principianti (parte 2) – Tutto in 48 ore: cibo, chilometri e musical

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...